Europa Arte e Cultura

Anno del Turismo Italia-Russia

Nell’Anno del Turismo tra Italia e Federazione russa, grazie alla straordinaria opportunità del consolidato rapporto tra Beni Culturali e l’Hermitage Museum, la mostra “Da Guercino a Caravaggio, Sir Denis Mahon e l’arte italiana del secolo XVII” si pone come strumento di interscambio economico tra le aziende italiane e il mercato russo per promuovere cultura e impresa valorizzandone la creatività e l’alta competitività.

Italia e Russia hanno dichiarato il 2013-2014 come l’Anno del Turismo Incrociato italo-russo, con l’obiettivo di aumentare i flussi turistici nelle due direzioni. L’Italia è il secondo Paese, dopo la Cina, e il primo Paese europeo con il quale la Russia promuove un Anno del Turismo. Per l’Italia l’Anno con la Russia è invece il primo Anno del Turismo italiano all’estero.

L’Anno del Turismo con la Russia offre all’Italia una grande opportunità per realizzare il suo potenziale e promuovere il suo straordinario patrimonio storico e artistico, che costituisce un vantaggio competitivo forte e durevole.

I russi amano già l’Italia: dal 2008 al 2012, il flusso di turisti russi ha registrato un aumento medio annuo del 25%, passando dai 438.000 visitatori del 2008, ai 793.000 del 2011, fino ad arrivare al record del milione di presenze nel 2012. L’aumento medio annuo è il doppio rispetto a quello del turismo cinese e brasiliano (rispettivamente 13% e 12%), collocando la Russia al primo posto nel mondo per incremento dei flussi turistici verso l’Italia.